Scontro Mazzarella-Rinaldi, il nuovo fronte alle Case Nuove:«Qui c’è il ras ‘Nas e can’»

Con l’arresto di Salvatore Fido e prima di Maurizio Donadeo i Mazzarella hanno visto ridursi, di molto, la loro capacità militare e le possibilità di colpire i loro acerrimi nemici dei Rinaldi. Indebolimento sì ma non ridimensionamento visto che il gruppo può ancora contare sull’apporto di giovani ras (di età compresa tra i 35 e i 45 anni) che potrebbero ridare vigore alle azioni della cosca del rione Luzzatti. Secondo le ultime informative delle forze dell’ordine il nuovo fronte caldo sarebbe costituito dalle Case Nuove dove i Mazzarella starebbero cercando, ancora una volta, di far valere il loro peso nella contesa contro i Caldarelli, da un anno a questa parte, in una situazione di non belligeranza con i Rinaldi.

Nella zona sarebbe attivo un gruppo riconducibile al ras Antonio Cuomo detto ‘nas e can’, uno degli ultimi ad aderire alla cosca di Franco ‘o parent (Francesco Mazzarella ndr). Attualmente l’uomo è latitante: il suo ultimo arresto risale al giugno dello scorso anno. In quell’occasione Cuomo, insieme al fratello, fu notato dagli agenti del Reparto Prevenzione Crimine in vico Gabella vecchia in un’auto insieme al fratello minore. Gli agenti nell’abitacolo trovarono uno zainetto all’interno del quale c’erano una pistola e della droga. All’interno dello zaino, gli agenti, sequestrarono in particolare un revolver calibro 38SP, risultato rubato nel 2014 in Napoli; l’arma provvista di cartucce era all’interno di un sacchetto di plastica unitamente ad altro munizionamento.