9.9 C
Napoli
giovedì, Gennaio 20, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Scoperto nuovo organo nel corpo umano, speranze per i malati di tumore


Scoperto l’interstizio. Si tratta di un nuovo organo, tra i più grandi della costituzione anatomica umana. E’ formato da cavità interconnesse piene di liquido e sostenute da fibre di collagene ed elastina. E’ diffuso in tutto l’organismo, sotto la pelle e nei tessuti che rivestono l’apparato digerente, i polmoni, i vasi sanguigni e i muscoli. Ha la funzione di ammortizzatore ma la sua presenza nel corpo potrebbe rispondere a molti interrogativi riguardo a fenomeni biologici come la diffusione dei tumori, l’invecchiamento della pelle, le malattie infiammatorie degenerative, e spiegare il meccanismo d’azione dell’agopuntura.

La rivelazione è frutto dello studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports dall’Università di New York e dal Mount Sinai Beth Israel Medical Centre. I metodi usati per gli esami al microscopio hanno reso invisibile la complessità dell’interstizio, considerato fino ad oggi un semplice ‘tessuto connettivo’. L’introduzione di una nuova tecnica di endomicroscopia confocale laser, che consiste nell’osservazione diretta dei tessuti vivi senza necessità di prelevarli e fissarli su un vetrino, ha permesso di esaminare più attentamente la natura dell’organo in questione.

La procedura all’avanguardia che ha consentito di analizzare la reale struttura dell’interstizio è stata utilizzata per curare i malati di tumore evitando di sottoporli ad operazioni chirurgiche per la rimozione di pancreas e dotto biliare.

Questa scoperta ha il potenziale per determinare grandi progressi in medicina, inclusa la possibilità di usare il campionamento del fluido interstiziale come potente strumento diagnostico” – ha spiegato Neil Theise, docente di patologia all’Università di New York. Il continuo movimento di questo fluido potrebbe spiegare perché i tumori che invadono l’interstizio si diffondono più velocemente nel corpo: drenato dal sistema linfatico, questo sistema di cavità interconnesse è la ‘sorgente’ da cui nasce la linfa, vitale per il funzionamento delle cellule immunitarie che generano l’infiammazione.

Inoltre le cellule che vivono in questi spazi e le fibre di collagene che li sostengono cambiano con il passare degli anni e potrebbero contribuire alla formazione delle rughe, all’irrigidimento delle articolazioni e alla progressione delle malattie infiammatorie legate a fenomeni di sclerosi e fibrosi. Il reticolato di proteine che sostiene l’interstizio potrebbe generare correnti elettriche quando si piegano, seguendo il movimento di organi e muscoli, e per questo potrebbe essere utile nelle tecniche di agopuntura.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Caffè amaro per un imprenditore napoletano, trovato con migliaia di cialde rubate

I Carabinieri della Stazione di Frattamaggiore hanno denunciato per ricettazione un imprenditore del posto. I militari, durante un controllo...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria