Antonio de Magistris è stato condannato con rito abbreviato, dal Giudice Monocratico del Tribunale di Napoli, dott. Ciambellini, alla pena di mesi 7 di reclusione -pena sospesa – per il reato di sostituzione di persona di cui all’art 494 cp. . Antonio de Magistris , spacciandosi talora per fratello, talora per cugino del sindaco di Napoli, approfittando del medesimo cognome, induceva in errore i soggetti con cui si interfacciava alcuni dei quali riferivano di essere stati , attraverso
“il sapiente utilizzo” della finta parentela, truffati da questo soggetto.
Il Giudice del Tribunale di Napoli ha altresì previsto a favore della costituita parte civile, Luigi de Magistris, autore della querela e rappresentato dall’avv. Elena Lepre, il risarcimento dei danni, da questi subiti, da liquidarsi in separata sede.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.