Sparatoria a Scampia, lo scooter scortato da una Fiat Panda: il raid nello stesso punto del raid incendiario

Stesa questa notte a Scampia, quartiere a Nord di Napoli. Attorno alle 2.30 4 persone in sella a due scooter, seguiti da una Fiat Panda, hanno raggiunto via Ettore Ciccotti esplodendo diversi colpi di pistola per poi lasciare il posto a tutta velocità. Nei momenti della fuga subito dopo il raid, entrambi gli scooter e la Fiat Panda hanno incrociato una pattuglia del Commissariato di Scampia che proveniva dall’altro lato della strada al rione Monterosa.

Da lì ne è partito un breve inseguimento ma quando la volante, vista la conformazione della strada, è stata costretta a svoltare in via Arcangelo Ghisleri per tentare di raggiungere i fuggitivi, i due scooter e la Panda sono riusciti a guadagnare quei metri decisivi per dileguarsi in direzione del Rione Don Guanella a Miano. Ad indagare sul caso sono gli agenti del Commissariato di Scampia, diretto dal primo dirigente Bruno Mandato, che hanno ritrovato in via Ettore Ciccotti 4 bossoli calibro 9. Particolare che potrebbe essere collegato alla stesa, è quella dell’incendio alcuni mesi fa di un’auto proprio nella stessa zona della stesa di stanotte. La vettura, come poi fu appurato dalle indagini, era in uso a Giuseppe Canfora un personaggio ritenuto vicino ai Sacco, clan nato e consolidatosi nel quartiere di San Pietro a Patierno ma che con diversi suoi esponenti avrebbe messo da qualche tempo piede anche in diversi rioni di Scampia.