28.1 C
Napoli
venerdì, Agosto 19, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Spostamenti vietati a Natale e Capodanno, Conte pensa al passo indietro


Spostamenti vietati a Natale e Capodanno, Conte pensa ad un passo indietro. Giuseppe Conte avrebbe deciso di aprire una riflessione sull’opportunità di allargare le possibilità di spostamento tra Comuni il giorno di Natale. Secondo l’ultimo dcpm firmato dal Presidente del Consiglio è vietato spostarsi dal proprio Comune di residenza il 25 e 26 dicembre e l’1 gennaio. Questa norma ha creato molti malumori tra gli italiani che hanno congiunti fuori dal proprio paese. Talvolta la distanza è di pochissimi chilometri, poiché gli agglomerati urbani sono formati da diversi comuni .

SPOSTAMENTI VIETATI A NATALE E CAPODANNO, PRESSING DELLA MAGGIORANZA

Secondo l’agenzia ANSA la riflessione aperta da Conte potrebbe portare a modifiche al decreto legge sul Covid. Oppure ad un aggiornamento delle Faq del governo sul dpcm che dovrebbe cercare di contenere i contagi. Potrebbe con un’interpretazione estensiva delle situazioni di necessità che giustificano lo spostamento tra Comuni. Saranno decisive le prossime ore. “Spero ancora di riuscire a modificare il decreto del Governo – ha detto il capogruppo del Pd al senato Andrea Marcucci – per allargare il raggio degli spostamenti di chi vive nei piccoli Comuni, durante le giornate del 25, 26 dicembre e 1 gennaio. L’Italia non è fatta solo di grandi città. Lunedì spero che la maggioranza abbia una proposta concreta da sottoporre al Governo, durante la capigruppo in Senato”.

 IL TESTO DEL DECRETO DI NATALE

DAL 21 DICEMBRE 2020 AL 6 GENNAIO 2021 E’ VIETATO, NELL’AMBITO
DEL TERRITORIO NAZIONALE, OGNI SPOSTAMENTO IN ENTRATA E IN USCITA TRA
I TERRITORI DI DIVERSE REGIONI O PROVINCE AUTONOME, E NELLE GIORNATE
DEL 25 E DEL 26 DICEMBRE 2020 E DEL 1° GENNAIO 2021 E’ VIETATO
ALTRESI’ OGNI SPOSTAMENTO TRA COMUNI, SALVI GLI SPOSTAMENTI MOTIVATI
DA COMPROVATE ESIGENZE LAVORATIVE O SITUAZIONI DI NECESSITA’ OVVERO
PER MOTIVI DI SALUTE. E’ COMUNQUE CONSENTITO IL RIENTRO ALLA PROPRIA
RESIDENZA, DOMICILIO O ABITAZIONE, CON ESCLUSIONE DEGLI SPOSTAMENTI
VERSO LE SECONDE CASE UBICATE IN ALTRA REGIONE O PROVINCIA AUTONOMA
E, NELLE GIORNATE DEL 25 E 26 DICEMBRE 2020 E DEL 1° GENNAIO 2021,
ANCHE UBICATE IN ALTRO COMUNE, AI QUALI SI APPLICANO I PREDETTI
DIVIETI.

CON RIGUARDO ALL’INTERO TERRITORIO NAZIONALE, NEL PERIODO DAL 21
DICEMBRE 2020 AL 6 GENNAIO 2021 I DECRETI DEL PRESIDENTE DEL
CONSIGLIO DEI MINISTRI DI CUI ALL’ARTICOLO 2 DEL DECRETO-LEGGE N. 19
DEL 2020 POSSONO ALTRESI’ PREVEDERE, ANCHE INDIPENDENTEMENTE DALLA
CLASSIFICAZIONE IN LIVELLI DI RISCHIO E DI SCENARIO

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK. 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Il mare di Napoli invaso da topi e liquami, giorno ‘nero’ per i bagnanti

Chiazze di liquami fognari e topi morti sono spuntati nel mare di Nisida determinando un terribile spettacolo per gli...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria