Violentata nella stazione della Circumvesuviana, chiesta l’archiviazione per i 3 indagati. La Procura di Napoli ha presentato richiesta di archiviazione per l’indagine scattata dopo la denuncia di stupro presentata da una ragazza di Portici con la quale accusava tre giovani di averla costretta a subire rapporti sessuali nell’ascensore della stazione San Giorgio a Cremano della della ferrovia Circumvesuviana.

La vicenda risale esattamente a due anni fa, il 5 marzo 2019. Nei confronti dei giovani vennero emesse ed eseguite altrettante misure cautelari che però furono revocate dal Tribunale del Riesame di Napoli al quale fecero appello gli avvocati dei ragazzi. Per giudici, infatti, la ragazza non era credibile a causa del suo stato di salute. La Procura di Napoli presentò un ricorso alla Corte di Cassazione che però venne dichiarato inammissibile.

La donna fu trovata in lacrime su una panchina della stazione, in stato di choc. Soccorsa da un passante, fu portata in clinica e medicata. Raccontò subito l’accaduto alla polizia, che nel giro di poche ore, grazie anche ai filmati di sorveglianza, eseguì i fermi dei tre accusati: uno ha 18 anni, gli altri due 19. Raccontò di essere stata avvicinata dai tre coetanei che abusarono di lei nell’ascensore della stazione. Gli investigatori dalla visione delle telecamere notarono atteggiamenti non compatibili con lo stupro nei momenti immediatamente successivi all’accaduto. Poco dopo, però, la giovane scoppiò in lacrime mentre era al telefono con la madre. Da lì partirono le indagini che hanno portato alla richiesta di archiviazione di questa mattina.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.