Travis Stackhouse, un uomo accusato due anni fa di aver picchiato a morte suo figlio di cinque anni per aver mangiato l’ultimo pezzo di cheesecake che gli era stata preparata per la festa del papà, è stato condannato a 20 anni di carcere a Milwaukee, Wisconsin, USA. Come riporta Fox 6 Milwaukee, il delitto risale al giugno 2019, quando Stackhouse ha preso a pugni nello stomaco suo figlio, dopo essersi accorto che il bambino stava mangiando l’ultima fetta della sua torta. La madre del piccolo si è resa conto che il bambino non stava bene e ha chiamato i soccorsi, ma i paramedici non hanno potuto fare niente per salvargli la vita.

Nelle prime dichiarazioni alla polizia, il sospettato ha affermato che suo figlio era caduto dalle scale mentre giocava con uno dei suoi fratelli e che in seguito aveva vomitato e aveva lamentato forti dolori allo stomaco. Tuttavia, le indagini hanno stabilito che le ferite riportate dal bambino non erano compatibili con la versione dei fatti raccontata dall’uomo, poiché il bambino è morto per lesioni all’addome, ai reni e la rottura di una ghiandola surrenale. Alla fine l’uomo ha confessato l’accaduto. Da parte sua, il giudice Borowski ha definito abominevole il comportamento del condannato, mentre l’accusa ha espresso preoccupazione per l’incolumità degli altri quattro figli di Stackhouse.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.