Ufficiale Politano all’Inter per 20 milioni: il Napoli ne offrì 32 a gennaio

(L'immagine di presentazione di Politano, diffusa dai social network dell'Inter - Google)

«Essere qui è bellissimo: sono emozionato e non vedo l’ora di iniziare. Ringrazio Chairman, Società, direttori e Mister che mi hanno tutti voluto qui, e ringrazio anche il Sassuolo che mi ha fatto crescere e mi ha dato l’opportunità di venire all’InterIl mio idolo personale? Per chi cresce a Roma, Francesco Totti è sempre un punto di riferimento ma ci sono molti giocatori che mi piacciono. Messi e Ronaldo, ma anche altri esterni d’attacco. I miei nuovi compagni? Icardi mi ha sempre impressionato, gli basta un pallone dentro l’area per fare goal». Con queste parole Matteo Politano si è presentato ai suoi nuovi tifosi. L’Inter e il Sassuolo hanno raggiunto l’accordo dopo una breve trattativa, durata non più di una settimana. L’ufficialità è arrivata il 30 giugno scorso. L’attaccante/ala che ha contribuito, con i suoi goal, alla salvezza del Sassuolo, partirà dietro nelle gerarchie ma non c’è dubbio sulle sue potenzialità.

politano-sassuolo-inter-calciomercato-napoli
Politano con la maglia del Sassuolo, dopo aver segnato proprio all’Inter – archivio InterNapoli

Il Sassuolo ha accettato un’offerta per Politano inferiore di 12 milioni rispetto a quella presentata dal Napoli, a gennaio scorso

Tutto regolare, tutto conforme ad una normale operazione di calciomercato, tra un Club che sta progettando il suo rilancio in Italia e in Europa e un altro Club che vende i suoi gioielli per sopravvivere. A lasciare basiti, invece, è la modalità di vendita accettata dal Sassuolo. Stando ai comunicati ufficiali, Politano è arrivato all’Inter con la formula del prestito con diritto di riscatto a 20 milioni di euro. E, come detto, non c’è alcuna garanzia di titolarità. Proprio questo ultimo dettaglio colloca la posizione del giocane attaccante in una “parità di condizione”. Tuttavia, va ricordato che qualche mese fa, a gennaio scorso, il Napoli arrivò ad offrire 32 milioni di euro per portarlo al San Paolo. Il suo apporto sarebbe risultato determinate per gli obiettivi di Mister Maurizio Sarri. Che pure manifestò apprezzamento per il suo profilo.  A distanza di qualche mese, Squinzi accetta un’offerta inferiore di 12 milioni di euro, per privarsi di un giocatore determinante per le sua permanenza nel massimo campionato. Mistero.