Vincenzino Portici
Immagine di repertorio

I medici del Santobono di Napoli hanno innestato alcuni tessuti di pelle artificiale sul cornicino del piccolo Vincenzo, il neonato di Portici arrivato nel nosocomio napoletano con gravi ustioni. A riportare la notizia è Il Mattino. L’innovazione della biomedica potrebbe salvare al bimbo, che sta lottando nel reparto di terapia intensiva neonatale. Le sue condizioni sono stazionarie e la prognosi resta riservata.

«Siamo fiduciosi – dicono i medici a Il Mattino -. Le funzioni vitali si mantengono stabili con le terapie in atto».

Convalidato l’arresto dei genitori del piccolo Vincenzo, il piccolo di Portici ricoverato al Santobono

Il gip del Tribunale di Napoli Rosaria Maria Aufieri ha convalidato l’arresto di Concetto Bocchetti, 46 anni, e Alessandra Terracciano, 36, i genitori del neonato venuto alla luce il 12 marzo in casa a Portici, in provincia di Napoli, e ancora ricoverato in prognosi riservata per ustioni sul corpo all’ospedale Santobono a Napoli. Nella notte del 17 marzo, la coppia è stata sottoposta ad arresto con l’accusa di abbandono di minori e maltrattamenti con lesioni gravissime.

Il provvedimento è stato emesso dal sostituto procuratore di Napoli Francesca De Renzis e dal procuratore aggiunto Raffaello Falcone ed eseguito dai Carabinieri. L’uomo è stato condotto al carcere di Poggioreale mentre la donna è piantonata all’Ospedale del Mare di Napoli. Verrà interrogata appena i medici daranno il loro nullaosta.
SE VUOI RESTARE SEMPRE AGGIORNATO VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.