Chiedono di pagare le vacanze con il Reddito di Cittadinanza, famiglia campana delusa

Ottenere il prestito utile per la vacanza dei sogni e postare le foto sui social network. E’ questo il tratto tragico-comico degli italiani che emerge dall’ultima inchiesta del Corriere del Mezzogiorno. In media i vacanzieri chiedono dai 2500 ai 6000 euro, che sono solitamente concessi anche con tassi molti alti. A volte un tale investimento mette a rischio le finanze familiari.

Il quotidiano ha intervistato il presidente Abbac Agostino Ingenito che ha parlato delle mete turistiche preferite tra cui il Cilento e mete esotiche. Dopo aver messo in guardia sui raggiri, Ingenito ha citato un singolare episodio: “Abbac abbiamo dovuto rifiutare la richiesta di un capofamiglia poco abbiente che voleva pagare una vacanza in Cilento con la tessera del reddito di cittadinanza. Gli abbiamo spiegato, con molto dispiacere, che purtroppo la vacanza non è prevista nel paniere degli aiuti di Stato, come invece avveniva in passato con appositi voucher per i più poveri”.