«Sarà molto probabile dover fare una terza dose di vaccino, un richiamo che sarà probabilmente “modificato” per coprire le varianti. Bisognerà dunque passare da una fase straordinaria ad una fase ordinaria. Penso che questa nuova ordinarietà possa essere affidata alla nostra straordinaria rete di medici di medicina generale». A dirlo, parlando con Fabio Fazio a Che tempo che fa, è stato il ministro della Salute Roberto Speranza. Il ministro ha spiegato che, «ad ore», dopo l’ok dell’Ema (l’agenzia europea per i medicinali), anche l’Agenzia italiana per i farmaci (Aifa) darà il via libera all’uso del vaccino Pfizer anche nella fascia tra i 12 e i 15 anni. Dunque un’altra notizia dopo quella della terza dose.

Dalla terza dose al vaccino per la fascia 12-15 anni

«Aifa nelle prossime ore farà la sua parte», ha detto. «Avremo la possibilità una volta che Aifa avrà fatto questo passaggio, di utilizzare Pfizer anche tra i 12-15 anni.Penso che sia molto importante, soprattutto se guardiamo alla ripresa della scuola a settembre». Per la somministrazione a questa fascia d’età, ha detto, «dobbiamo usare il più possibile i pediatri di libera scelta. I pediatri italiani sono di straordinaria qualità e hanno un radicamento sul territorio, un rapporto di fiducia molto importante con le famiglie. Io vorrei che ci sia il loro massimo protagonismo sempre nel coordinamento con i territori e le regioni».

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.