La passeggera sul volo Ibiza
La passeggera sul volo Ibiza

Nelle ultime ore circola sul web il video di una passeggera che dà di matto sul volo Ryanair da Ibiza a Orio al Serio (Bergamo). La protagonista, come riportato da Il Corriere della Sera, è stata denunciata dalla polizia di frontiera. Poteva però anche rischiare l’arresto e la richiesta di risarcimento danni per decine di migliaia di euro. Per sua fortuna il comandante ha deciso di tirare dritto e non di dirottare altrove per farla scendere.

Insulti e sputi sul volo per Ibiza, passeggera litiga con tutti

Dalle immagini si vede violenta lite di una donna con gli altri passeggeri a bordo. La notizia arriva dai social, dove il video ha cominciato a circolare con insistenza fino a diventare virale. Le tensioni sarebbero cominciate già all’imbarco, a causa del mancato rispetto del distanziamento da parte della protagonista di questa vicenda. Una volta decollato l’aereo, la donna ha cominciato ad andare in escandescenze, prendendosela prima con una passeggera – colei che l’avrebbe accusata di non aver tenuto la distanza di sicurezza – poi con gli steward, fino a ingaggiare un duello fisico e verbale con tutte le persone che provavano a calmarla. Il tutto tenendo la mascherina abbassata.

Nel video la ragazza insulta una passeggera, le tira i capelli, si dimena e addirittura sputa. «Non sai chi sono io», dice furibonda, mentre invano intervengono gli steward. In un altro filmato si vede la donna circondata da passeggeri e steward che cercano di calmarla, ma lei oppone resistenza con calci e spintoni. Urla e tensione a bordo, un volo che i passeggeri che da Ibiza tornavano in Italia certamente non dimenticheranno mai.

La versione della giovane passeggera sul volo per Ibiza

La giovane protagonista del video ha fornito la sua versione su Instagram«Le persone che hanno creato gruppi, hanno sponsorizzato o inviato ad altre persone il mio video sul volo al ritorno da Ibiza a Bergamo avranno conseguenze legali perché sta già indagando la Polizia postale, saranno citate in giudizio, avranno conseguenze belle toste perché comunque non è una cosa regolare», dice in una serie di storie. «Però la cosa che mi rammarica è il fatto che al rientro da Ibiza evidentemente quella persona o era troppo frustrata oppure troppo sfigata… evidentemente sarà una bruttissima persona, però alla fine io non mi nascondo dietro a un cellulare o a una tastiera, io la vita me la godo».

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.