Variante Delta a Napoli: c’è preoccupazione per la positività rilevata su un uomo di 28 anni che era stato vaccinato con la doppia dose (Astrazeneca e Pfizer) e che ora è ricoverato al Cotugno.

Dei 14 casi registrati nella sola cinta urbana della città di Napoli in otto non risultano vaccinati ma c’è anche un ragazzino di soli 11 anni. La buona notizia invece arriva dal cluster di Agerola dove il contagio sembra essersi fermato visto che nelle ultime 24 ore si registrano 0 casi dopo il boom dei 10 casi del giorno precedente che aveva portato a ben 34 i positivi al covid con la variante Delta. Cinque nuovi casi di covid invece ieri a Torre del Greco (dove vi è stato il primo forte cluster di Delta) con due ospedalizzati.

 

Ma dai dati è evidente che la variante Delta si stia largo tra i cittadini residenti a Napoli risultati positivi al Covid. E la preoccupazione cresce anche perchè secondo gli studi è stato dimostrato che per infettarsi con la variante Delta basta essere in contatto senza protezione con un portatore anche per 5 o 6 secondi. L’indice di trasmissibilità del virus è quindi velocissimo.

A Napoli conferme di positività riguardano dunque circa il 30% dei casi esaminati. L’approfondimento epidemiologico che consegue alla classificazione di variante Delta, come disposto dalle circolari ministeriali, ha gia’ permesso di individuare le aree di residenza ed eventuali cluster familiari.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.