Giugliano. Arrestato lo ‘specialista’ delle rapine negli uffici postali, l’ultimo colpo a Lusciano

E’ accusato di aver messo a segno il colpo all’ufficio postale di Lusciano, piccolo comune in provincia di Caserta, insieme ad altri complici. Il Gip del Tribunale di Napoli Nord Dott.re Daniele Grunieri ha emanato un’ordinanza in carcere nei confronti di Vincenzo Poziello Miraglia classe ’67 di Giugliano. Dalle indagini è emerso che lo scorso maggio avrebbe puntato un’arma contro i dipendenti facendosi consegnare i soldi. Poziello Miraglia agì col volto coperto insieme ad un complice. Ad incastrare l’uomo sono state le telecamere poste all’esterno che hanno ripreso l’auto con la quale sono fuggiti, una Fiat 500 di colore bianco, rubata pochi giorni prima, abbandonata dopo il colpo. Poi i due rapinatori fuggirono a bordo di una Daewoo Matiz, intestata proprio a Miraglia. Quest’ultimo ora è stato arrestato dai carabinieri ed è in attesa di interrogatorio (difeso dall’avvocato Luigi Poziello).

Miraglia non è nuovo alle rapine alle Poste. già è stato condannato per un altro colpo all’ufficio postale ad Ogliara, in provincia di Salerno. Avevano atteso che la direttrice aprisse la filiale per minacciarla con una pistola (rivelatasi una ‘scacciacani’), e farsi aprire la cassaforte. Il colpo, però, non è riuscito. Qualcuno ha notato la scena e ha avvisato la polizia, già in zona con una volante ed è arrivata sul posto in pochissimi minuti. Gli agenti hanno trovato i malviventi ancora all’interno dell’ufficio postale intenti ad armeggiare sulla cassaforte. Le urla della donna hanno attirato l’attenzione di alcuni passanti che immediatamente hanno allertato le forze dell’ordine, consentendo l’intervento sul posto, in pochissimi minuti, di pattuglie della sezione volanti, già impegnate in zona nell’ambito di mirata attività di prevenzione e controllo del territorio. Gli agenti hanno colto in flagranza di reato i due rapinatori , impedendone la fuga nonchè ogni possibile ulteriore movimento e riuscendo a disarmarli.