covid decreto campania draghi zona gialla
Foto di archivio

Il Governo prepara il nuovo decreto anti-Covid che cambierà i criteri per la classificazione regionale della zona gialla e l’estensione della validità del green pass. Il ‘lasciapassare covid’ potrebbe essere esibito per entrare al ristorante o per salire sui mezzi pubblici. Quindi si lavora ai nuovi criteri che determineranno i colori delle Regioni e che, come richiesto dai governatori, terranno conto in primis del tasso di ospedalizzazione dei posti letto in ospedale.

QUANDO SI ENTRERA’ IN ZONA GIALLA

Le Regione passeranno in zona gialla se l’occupazione delle terapie intensive sarà superiore al 5% dei posti letto a disposizione. Parallelamente se l’occupazione dei reparti ordinari supera il 10%. Questa è la prima ipotesi allo studio per rivedere i parametri del monitoraggio settimanale.

Anche il Green Pass, d’altronde, potrebbe essere utilizzato in modo diverso a seconda del colore della Regione. “L’idea è quella di pensare a una modulazione e gradualità a seconda del quadro della regione: si possono cioè prevedere intensificazioni dell’utilizzo del green pass a seconda della situazione”, spiega il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, parlando all’Ansa.

IL GREEN PASS

Il green pass allargato – con il ciclo completo di vaccinazione e non più con una sola dose – dovrebbe entrare in vigore a inizio agosto. Si vogliono cambi di colore delle Regioni e mantenere l’Italia bianca almeno fino a metà mese. Il certificato per immunizzati, guariti dal Covid o ‘tamponati’ negativi entro le 48 ore potrebbe essere obbligatorio anche per i ristoranti al chiuso, ma ci sarà battaglia. Scontato che venga richiesto per stadi, piscine, palestre, concerti e tutte le attività collettive. I nuovi parametri di rischio per le Regioni e la proroga dello stato d’emergenza dovrebbero incontrare meno ostacoli, secondo le previsioni.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.