Apre 15 conti correnti in banca con i documenti falsi, arrestato napoletano

La donna ha esibito documenti falsi per aprire un conto corrente
Foto di repertorio

Apre 15 conti correnti in banca con i documenti falsi, arrestato napoletano. Aveva scelto la Capitale per portare a compimento il suo piano ambizioso un 54enne napoletano arrestato nel capoluogo partenopeo dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma, autore di numerose truffe ai danni di diverse agenzie di istituti di credito della Capitale.

L’uomo, già noto alle forze di polizia per aver commesso in passato analoghe attività delinquenziali, era riuscito ad aprire a nome di persone ignare, 15 conti correnti, attraverso la presentazione di documenti di identità falsi presso gli sportelli di varie agenzie, ove versava assegni bancari rubati emessi da banche e società di assicurazione a fronte del risarcimento di sinistri.

Non appena i predetti titoli divenivano esigibili, l’indagato provvedeva, tramite la carta bancomat ottenuta al momento dell’apertura del conto corrente, a prelevare le intere somme versate, svuotando completamente i conti.

Gli elementi raccolti dal 2° Nucleo Operativo Metropolitano della Guardia di Finanza di Roma, coordinato dal I Gruppo, hanno permesso alla Procura della Repubblica capitolina di ottenere dal G.I.P. del locale Tribunale l’emissione nei confronti del truffatore della misura cautelare degli arresti domiciliari.

Sono in corso approfondimenti finalizzati a quantificare l’importo della truffa. L’attività si inquadra nell’azione delle Fiamme Gialle volta a tutelare il regolare funzionamento del mercato dei capitali, a beneficio dei risparmiatori.