Arrestato capoultrà Nino Ciccarelli, ha partecipato agli scontri di Inter Napoli

Belardinelli 

E’ stato arrestato Nino Ciccarelli, uno dei capi curva dell’Inter, per gli scontri di Santo Stefano.
L’ordinanza emessa dal gip Guido Salvini riguarda da quanto si è saputo anche un altro ultrà.

Avanzano le indagini sugli scontri del 26 dicembre, giorno di Inter-Napoli, che hanno portato alla morte del tifoso  Daniele Belardinelli. Il Gip di Milano Guido Salvini ha emesso un’ordinanza in cui ordina l’esecuzione di due nuovi arresti. Le due persone coinvolte sono Nino Ciccarelli, capo ultrà dei Viking Inter, e Alessandro Martinoli, appartenente alla tifoseria organizzata del Varese.

Nino Ciccarelli, uno dei nomi più noti nella Curva Nord neroazzurra. Ha attualmente su di sé un daspo di 5 anni. In passato Nino Ciccarelli  ha scontato 12 anni di carcere per vari reati. Nel 1988 Nino Ciccarelli fu coinvolto in un pestaggio fuori dallo stadio Del Duca di Ascoli, il quale portò alla morte del tifoso di casa Nazzareno Filippini. Ma un anno dopo fu rimesso in libertà per mancanza di prove