Prima l’irruzione in casa, poi la scoperta grazie ai cani antidroga: 39enne arrestato nel Vesuviano

I carabinieri della stazione di San Giuseppe Vesuviano, agli ordini del maresciallo Giuseppe Sannino, hanno arrestato S.A., un 39enne del luogo già noto alle forze dell’ordine, per detenzione di stupefacente a fini di spaccio. I militari hanno monitorato per diversi giorni l’inconsueto via-vai di persone dall’abitazione dell’uomo: ingressi della durata di pochi minuti che hanno lasciato sospettare l’esistenza di una remunerativa attività di spaccio.

È quindi scattata quindi la perquisizione, con l’ausilio del nucleo cinofili, a casa del 39enne, che ha portato a rinvenire e sequestrare un panetto da 60 grammi di hashish, un bilancino di precisione e un rotolo di cellophane. Il panetto era nascosto in un vano tra il sottosella e motore di uno scooter abbandonato nelle vicinanze dell’abitazione, verosimilmente un deposito da cui S. A. prelevava le dosi da vendere. L’arrestato sarà processato per direttissima.