assegno familiare

E’ online la procedura per chiedere l’assegno al nucleo familiare per i lavoratori dipendenti del settore privati. Il periodo valido sarà dal 1 luglio 2021 al 30 giugno 2022. Il calcolo includerà le nuove maggiorazioni per i nuclei con figli. All’interno del messaggio sono disponibili le tabelle relative all’adeguamento, con decorrenza 1° luglio 2021, dei livelli di reddito familiare ai fini della corresponsione dell’ANF alle diverse tipologie di nuclei. Le modalità saranno specificate secondo una circolare che sarà pubblicata dall’Inps nei prossimi giorni.

DAL 1 LUGLIO AL 31 DICEMBRE 2021

L’Assegno sarà riconosciuto agli aventi diritto per il nucleo familiare, a decorrere dal 1° luglio 2021 e fino al 31 dicembre 2021. Previste maggiorazioni di euro 37,5 per ciascun figlio, per i nuclei familiari fino a due figli, e di euro 55 per ciascun figlio, per i nuclei familiari di almeno tre figli. Alla luce delle disposizioni vigenti in materia si rivaluteranno i livelli di reddito familiare validi per la definizione del diritto e della misura relativi all’assegno per il nucleo familiare.

Presentazione della domanda

I lavoratori dipendenti del settore privato possono inoltrare la domanda telematica di assegno per il nucleo familiare per il periodo valido dal 1° luglio 2021 al 30 giugno 2022.  Dovranno usare la specifica procedura presente sul portale dell’Istituto.

LE DUE FASI DELL’ASSEGNO UNICO

L’assegno unico per i figli prevede due fasi. La prima da luglio a dicembre 2021 e l’altra dal gennaio 2022. Nella prima fase, bonus e detrazioni restano in vigore per chi già li percepisce, cioè per i lavoratori dipendenti.

Nella prima fase, la novità più importante riguarda coloro che finora non avevano diritto agli assegni familiari. Si tratta dei ovvero lavoratori autonomi, percettori del reddito di cittadinanza, soggetti inattivi e lavoratori dipendenti che non avevano diritto agli assegni per motivi di reddito. A loro spetterà il cosiddetto assegno-ponte, erogato fino alla fine del 2021 a chi ha un Isee fino a 50mila euro.

GLI IMPORTI E L’ISEE

Le famiglie con un Isee fino a 7mila euro riceveranno 167,5 euro al mese per il primo e per il secondo figlio (in totale, 335 euro) e il 30% in più per ogni figlio dopo il terzo (in totale 653 euro al mese). Verrà riconosciuta una maggiorazione di 50 euro al mese per ciascun figlio minore con disabilità. L’importo diminuisce con l’aumentare dell’Isee: arrivati a quota 15mila euro di indicatore economico equivalente, l’assegno unico scende a 83,5 euro per ogni figlio. Chi ha un Isee attorno ai 40mila euro prenderà 30 euro al mese per ogni figlio. La prestazione si azzera arrivati a quota 50mila.

  ECCO LA TABELLA

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.