Assembramenti nei bar e palestre aperte, blitz contro gli irresponsabili del Covid in provincia di Napoli

Covid carabinieri
Blitz anti-Covid

Una pistola clandestina rinvenuta e sequestrata durante un servizio straordinario di controllo del territorio svolto dei carabinieri della compagnia di Torre Annunziata, insieme a quelli del reggimento Campania e del nucleo cinofili di Sarno.

Le attività hanno riguardato in particolare i quartieri Provolera e Annunziata, nel centro storico cittadino, dove sono state effettuate perquisizioni e organizzati numerosi posti di controllo. Nel corso di questi un uomo di 26 anni è stato arrestato perché trovato in possesso di una pistola clandestina calibro 7.65. L’arma era avvolta in un calzino ed era stata nascosta nel cassetto di un mobile della camera da letto. La pistola, con matricola abrasa e pronta a sparare, conteneva otto colpi. L’arrestato è stato portato nel carcere di Poggioreale. Determinante nella circostanza del rinvenimento è stato il supporto di Kati, pastore tedesco addestrato per la ricerca di armi ed esplosivi.

Durante i controlli stradali, invece, un uomo di 34 anni è stato trovato in possesso di una dose di crack e segnalato al prefetto quale assuntore di stupefacenti. Anche in questo caso, i militari hanno potuto contare sul supporto di Attila, altro pastore tedesco addestrato per la ricerca di sostanze stupefacenti. Infine, i carabinieri hanno individuato quindici persone all’interno di un bar. All’arrivo dei militari i presenti sono stati sorpresi senza dispositivi di protezione ed assembrati. È scattata dunque la sospensione amministrativa dell’attività per cinque giorni: tutti i presenti sono stati multati.

Scoperta palestra aperta in provincia di Napoli

I carabinieri della caserma di Saviano hanno sospeso per cinque giorni l’attività di una palestra di via Crocelle. Durante uno degli svariati controlli sul territorio disposti dal comando provinciale di Napoli, i militari hanno sorpreso nel locale tre persone ad allenarsi, nonostante il divieto di apertura. Il titolare della palestra e i tre cittadini identificati sono stati sanzionati.