de luca astrazeneca campania under 60 over età limite
Questione vaccinazioni Astrazenca, De Luca interroga Draghi

Il presidente della regione Vincenzo De Luca ha sollevato dubbi sulla somministrazione del vaccino Astrazeneca agli under 60. Nella sua consueta diretta del venerdì pomeriggio il governatore ha dichiarato. “Nella gestione della battaglia contro il covid ci sono 2 aspetti: organizzativo che riguarda la distribuzione del vaccino e quello medico-scientifico che deve garantire la certezza sanitaria dei vaccini. Questo modello sta rivelando l’inadeguatezza. Esiste una vicenda sconcertante su Astrazeneca: dal punto di vista della comunicazione siamo di fronte ad un disastro. Lo sforzo organizzativo è stato fatto dalle Regioni con le 500mila dosi di vaccino: non è stato fatto dal commissario Figliuolo. Gli under 60 che hanno fatto la prima dose di Astrazeneca in futuro che dovranno fare? Vorrei saperlo dall’Aifa. Noi lo somministreremo solo agli over 60. Faremo i richiami solo a coloro che hanno più i 60anni per il resto aspettiamo il Governo e Aifa“, dichiara De Luca – “Dal 21 giugno saremo zona bianca”.

Caos vaccini a Napoli, AstraZeneca somministrato per errore a 44 persone

Quarantaquattro persone vaccinate per errore a loro insaputa con AstraZeneca. Lo riferisce l’edizione napoletana di Repubblica. È accaduto domenica 30 maggio nel centro vaccinale della Fagianeria a Capodimonte. A quanto scrive Repubblica “si sarebbe trattato di un errore del farmacista incaricato di prendere il flacone: anziché Pfizer ha scongelato il vaccino sbagliato e preparato siringhe (si trattava della prima dose) contenenti il siero anglo-svedese. Ma chi ha somministrato il vaccino, questo affermano sempre dall’Asl, era sicuro di aver utilizzato Pfizer, così come chi ha avuto l’inoculazione. Anche sul certificato era attestato erroneamente l’utilizzo del vaccino americano”. L’Asl sta contattando le 44 persone (sono napoletani tra i 18 e 38 anni) per avvisarle di quanto accaduto: ovvero chi ha ricevuto AstraZeneca e non con Pfizer.

“Nessuna macchina organizzativa o azione umana, per quanto ci si possa lavorare, è scevra da errori”. Lo afferma Ciro Verdoliva, direttore generale dell’Asl Napoli 1 Centro sentito da Repubblica. “Nonostante la massima attenzione e i protocolli che abbiamo messo in campo, quanto accaduto ci ricorda che non si deve mai abbassare la guardia. Va anche detto che l’errore, in questo caso, ha come risultato l’immunizzazione da un virus che è sempre e comunque il rischio maggiore”.

“Oggi altre regioni entreranno in zona bianca”, Speranza delude la Campania

Oggi il ministro Roberto Speranza ha annunciato che altre regioni entreranno in zona bianca, ma la Campania non lo sarà prima del 21 giugno così come confermato oggi dal Governatore. “La campagna vaccinale progredisce velocemente e l’incidenza è a un livello che permetterebbe il contenimento dei nuovi casi”. E’ quanto emerge nella bozza del monitoraggio. “Oggi altre Regioni entreranno in zona bianca”, ha annunciato il ministro della Salute Roberto Speranza.

Quindi vanno verso la zona bianca da lunedì altre 5 regioni e la Provincia Autonoma Trento, infatti, da lunedì prossimo 29 milioni di italiani avranno meno restrizioni. Secondo quanto si apprende, infatti, i dati del monitoraggio confermerebbero la riduzione delle restrizioni per l’Emilia Romagna, Lombardia, Lazio, Piemonte, Provincia autonoma di Trento e Puglia. Queste si aggiungerebbero ad Abruzzo, Liguria, Umbria, Veneto, Molise, Friuli Venezia Giulia e Sardegna.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.