Sgominata banda di albanesi, stavano lasciando il Paese: arresti a Torino, Bari e Agrigento

(Immagine di repertorio - archivio InterNapoli)

Avevano messo a segno diverse rapine tra la provincia di Salerno e il basso Lazio. Avevano messo su una banda assai efficace, composta da pochi elementi. Tutti albanesi. Pochi ma buoni, come si suol dire. Avevano un metodo, un modus operandi ben preciso. Infallibile, anche: ogni rapina è sempre andata a buon fine. Rapine in tabaccheria, in appartamento, in strada: non faceva alcuna differenza. Studiavano gli obiettivi per giorni. Solo quando erano sicuri del piano entravano in azione. Poi, si dileguavano con il bottino. Ognuno per le sue, senza lasciare traccia. O quasi. I Carabinieri li hanno rintracciati un attimo prima che lasciassero il Paese. Uno di loro è stato fermato alla stazione di Torino, diretto in Francia. Un altro rapinatore era al porto di Bari, diretto in Albania via mare. Un altro ancora era in Sicilia, in provincia di Agrigento. Gli altri albanesi due componenti della banda sono ancora irreperibili ma gli inquirenti sarebbero sulle loro tracce.

Queste le persone arrestate (e ricercate):
– Halili Dylber, di 26 anni
– Bekteshi Ardit, di 23 anni
– Piku Gjerji, di 23 anni
– Likmeta Imerr, di 33 anni
– Shkurta Sirjan, di 20 anni