“Situazione tranquilla, ma Berlusconi è un paziente a rischio”, il bollettino dopo il ricovero

berlusconi covid ricovero coronavirus
Berlusconi e il dottor Zangrillo

Silvio Berlusconi è stato ricoverato al San Raffaele per accertamenti dopo che è risultato positivo al covid. L’anziano imprenditore, dopo la comparsa di alcuni sintomi, è stato trasferito all’ospedale milamese a scopo precauzionale.

LE CONDIZIONI DI BERLUSCONI, PARLA ZANGRILLO

Il dottor Alberto Zangrillo ha diffuso il primo bollettino: “Il 2 settembre Berlusconi viene sottoposto ad un tampone. Era un rilievo programmato, perché aveva soggiornato in luoghi che erano risultati endemici. Abbiamo riscontrato una positività in un soggetto che ho definito asintomatico. Ieri in una situazione di tranquillità ho ritenuto di fargli una visita e ho rilevato un blando coinvolgimento di polmonare. Ho ritenuto un approfondimento diagnostico al San Raffaele, che mi hanno indicato il ricovero ospedaliero: eeso necessario perchè ci troviamo di fronte ad un paziente a rischio, per l’età e per le patologie pregresse. La situazione clinica allo stato attuale è tranquilla e confortante. Il ricovero di Berlusconi è necessario anche per l’attento monitoraggio ma è in regime normale. Il paziente non è intubato e i parametri vitali sono rassicuranti. Sono ottimista“.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.