Blitz in un ristorante al Vomero, cibi congelati venduti per freschi

Prosegue l’ attività di controllo del territorio da parte degli agenti della Polizia Municipale Unità Operativa Vomero. In Via Stasi veniva verbalizzata un’attività di casalinghi perché sprovvista di autorizzazione alla vendita per media e grande struttura. Nello specifico gli agenti hanno ritrovato all’interno dell’attività una SCIA “di vicinato” mentre la vendita avveniva in un locale di circa 400 metri quadrati.

Per le superficie di medie e grandi strutture, da mq 250 a mq 2500, è prevista un’autorizzazione ben diversa da quella di vicinato che prevede una superficie di vendita fino a 250 metri quadrati. Stessa sanzione è stata applicata anche per un’attività di abbigliamento sita in via Scarlatti. Seguiranno le segnalazioni alla Direzione Centrale del Comune di Napoli ed all’ufficio SUAP per i successivi adempimenti di competenza. Anche in Via Del Torto è stata verbalizzata un’attività di somministrazione per la mancanza di autorizzazione amministrativa.

In Piazza Vanvitelli al titolare di un’attività di somministrazione veniva elevata la sanzione per occupazione di suolo abusiva attraverso il posizionamento di tavoli e sedie. Seguirà per tutte le attività la segnalazioni all’ufficio COSAP per i successivi adempimenti ed alla Direzione Centrale del Comune di Napoli competente per l’emissione della diffida prevista per reiterazione dell’occupazione abusiva o per l’applicazione della stessa perché attività recidive,dalla quale scaturiranno giorni di chiusura per le attività
colpite.

Prosegue da parte degli Agenti del Vomero i controlli al mancato rispetto della raccolta differenziata da parte delle attività commerciali dove si è riscontrato che continuano a gettare nei bidoni della spazzatura rifiuti promiscui senza rispettare la differenziazione degli stessi. Sono stati sanzionati per non aver rispettato la raccolta differenziata un’attività di gastronomia in via Morghen, un’attività di bar/pasticceria ed un alimentari in via Luca Giordano, un ristorante in via Kerbaker, una gelateria in via Mario Fiore, un pub in via Merliani, una gelateria in Piazza Vanvitelli, un’attività artigianale in via Kerbaker, due pasticcerie in via Bernini ed infine un supermercato ed un ristorante sempre in via Bernini.

Anche per un condominio sito in via Merliani ed uno in Via D’Annibale è scattata la sanzione per aver lasciato i bidoncini sulla sede stradale in orario non consentito. Inoltre per il titolare dell’attività di ristorazione sita in Via Bernini veniva prodotta informativa all’Autorità Giudiziaria per la violazione dell’art. 515 C.P. per frode in commercio in quanto è stato accertato la somministrazione di cibi congelati non indicati come tali nel menù così come previsto dalla normativa vigente.  

In via Mosca gli Agenti ritrovavano molteplici rifiuti abbandonati sulla sede stradale, da un’attenta ispezione degli stessi si riusciva a risalire agli autori dell’abbandono ed a sanzionare i titolari di una clinica veterinaria ed un proshop.

In via Solimena veniva intercettato e verbalizzato un venditore abusivo di calzini per il quale oltre al verbale per la vendita senza autorizzazione scattava anche il sequestro amministrativo della merce.

In via Ettore Bellini durante un’attività di ispezione presso un circolo privato, dove era in atto una serata al quale possono accedere i soli soci, il presidente dell’associazione veniva verbalizzato perché somministrava bevande ad avventori non soci. Seguirà la segnalazione agli uffici competenti per i successivi adempimenti. Le operazioni di controllo del territorio continueranno al fine di garantire legalità, igiene e decoro.

Gli Agenti della U.O. Avvocata, sono stati impegnati nel centro città coadiuvati dal personale ANM, per la repressione ai parcheggiatori abusivi e alla sosta indiscriminata, ed hanno elevato 210 verbali al Codice della strada per varie infrazioni alla sosta e hanno fermato ed identificato n. 15 parcheggiatori abusivi, per uno di essi è stato adottato il provvedimento di allontanamento previsto dall’art.10 del D.Lvo n.14 del 20/02/17.