Padre e figlio picchiati a sangue per la relazione con la donna sbagliata, alla sbarra figlio del boss e complici

(Immagine di repertorio - archivio InterNapoli)

Scene da film nel Vesuviano dove un ragazzo di 19 anni è stato pestato a sangue per vendetta a causa della relazione che lui aveva con ‘la donna sbagliata’. La banda non solo picchiò il 19enne ma anche il padre. Il pestaggio avvenne davanti la casa delle due vittime.  Dopo sei mesi condannati i quattro responsabili del raid punitivo, che si concluse con lo scippo di due catenine d’oro e la rapina di uno scooter. Tra i tre e i quattro anni di reclusione per i quattro componenti del branco capeggiato da un giovane, figlio di un affiliato al clan Gallo-Limelli-Vangone. La banda aveva pianificato tutto, noleggiando un’auto per presentarsi a casa della vittima.