E’ stato medicato dai sanitari dell’ospedale della Gruccia, e dimesso con una prognosi di 7 giorni, l’allenatore dei pulcini dell’Atletico Levane, società di Levane, nel comune di Bucine (Arezzo), picchiato dal padre di un suo baby giocatore (2008) che aveva deciso di non schierare in un torneo. La società sta ora valutando l’azione legale, per tutelarsi e tutelare il tecnico. L’uomo, un trentenne di origine albanese, è già stato sentito dai carabinieri di San Giovanni Valdarno e rischia il daspo.
Tutto è successo ieri mattina, intorno alle 9.00, quando il genitore di un tesserato dell’Atletico Levane si è avvicinato all’allenatore, Alessandro Sani, protestando per il mancato impiego del piccolo, scoppiato a piangere. Subito dopo l’uomo è passato dalle parole ai fatti e Sani è stato raggiunto da alcuni colpi che lo hanno costretto a ricorrere alle cure del 118. Alla scena ha assistito il bambino e, per farlo calmare, è stato poi schierato in campo. Sul posto sono arrivati i carabinieri.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.