Cadaveri di diplomatico delle Bahamas e dell’amico ritrovati nel Po a Torino

Due cadaveri recuperati nel Po a Torino: si infittisce il giallo del ritrovamento nel fiume, ieri a Torino, di Ramsey Alrae Keiron, 29enne delle Bahamas con permesso di soggiorno per motivi diplomatici rilasciato dall’Austria. L’amico 28enne, anche lui delle Bahamas, di cui da giorni non si avevano notizie e per il quale era stata presentata denuncia di scomparsa, è stato trovato morto questa mattina.

La polizia, che ha recuperato il cadavere nel fiume Po all’altezza di piazza Chiaves, indaga per stabilire come siano morti e in quali circostanze.

Secondo quanto appreso Ramsey Alrae Keiron frequentava  una scuola diplomatica a Vienna e aveva rapporti con il ministero degli Affari esteri delle Bahamas. A dare l’allarme, ieri pomeriggio, è stato un passante, che ha notato il cadavere nel fiume all’altezza del ponte Isabella. In acqua da due o tre giorni, non presenta segni di violenza, solo una ferita alla testa compatibile secondo i primi accertamenti con una caduta. L’uomo pernottava in un bed&breakfast di Torino insieme a un amico, di cui nei giorni scorsi è stata presentata una denuncia di scomparsa.

Si chiamava Blair Rashad Randy John il 28enne delle Bahamas trovato morto questa mattina nelle acque del fiume Po, a Torino, all’altezza di piazza Chiaves. I famigliari, che ne avevano denunciato la scomparsa, non avevano sue notizie dalla scorsa settimana. A quanto si apprende, il 28enne si era laureato alla St. Augustines College di New Provindence e da qualche tempo viveva in Canada. La polizia, che da ieri indaga anche sulla morte dell’amico 29enne Ramsey Alrae Keiron, trovato morto sempre nel fiume Po ma all’altezza del ponte Isabella, sta cercando di capire perché i due fossero a Torino.

La sorella di Blair Rashad Randy John sta arrivando a Torino dal Canada per il riconoscimento ufficiale dal momento che la vittima non aveva addosso i documenti. Sul caso indaga la polizia, coordinata dal pm Giulia Rizzo.