Campania verso la zona bianca

Dopo otto mesi di chiusure e limitazioni, la Campania torna a respirare e ‘intravede’ la zona bianca. Dallo scorso mese di ottobre, la regione ha attraversato seconda e terza ondata covid con numeri spaventosi. Tutt’ora, la Campania fa registrare parametri sopra la media rispetto alle altre regioni, ma la situazione sembra essere in netto miglioramento. Scendono drasticamente i nuovi casi, i ricoveri e il ricorso alle terapie intensive: indicatori di un’attenuazione del contagio. Resta alto il dato dei decessi giornalieri ma, come abbiamo imparato a conoscere, è l’ultimo parametro che dà segni di miglioramento.

Entro la metà di giugno la Campania, che dopo la Lombardia è la regione che ha visto più contagi, potrebbe passare in zona bianca. Una buona notizia in vista dell’estate su cui Napoli e la Campania puntano tutto. Il turismo di provenienza estera rappresenta un ‘target’ irrinunciabile per la regione.

Errore sul conteggio dei guariti in Campania

A migliorare ulteriormente il quadro generale è l’indiscrezione lanciata dal quotidiano Il Mattino sui recenti errori della conta dei contagiati. Il numero degli attualmente positivi è in realtà molto più basso rispetto a quanto riporta il cruscotto ufficiale diffuso dalla Protezione civile nazionale a causa di un ritardo nella cancellazione di circa 56 mila persone guarite e negativizzate a Sars-Cov-2, che è in corso di correzione.

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.