Torna a crescere la curva dei contagi da Coronavirus in Campania: oggi il virus fa registrare 1.637 positivi su 18.393 tamponi effettuati, 57 in meno di ieri con 3.065 tamponi in meno processati. In percentuale, significa che è positivo l’8,9% dei test, quasi due punti percentuali in meno di ieri quando l’indice di contagio era al 7,89%. Di tutti questi nuovi contagiati, 1.430 sono asintomatici e solo 68 presentano sintomi in un bollettino che però non tiene conto dei casi identificati con test antigenici rapidi.

Covid: De Luca, corsie ospedali di nuovo ingolfate

“Abbiamo di nuovo le corsie di ospedali quasi ingolfate, per fortuna non ancora le terapie intensive ma ci stiamo avviando, avendo davanti il pericolo delle varianti”. Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in diretta Fb. De Luca ha sottolineato che se i contagi continueranno ad aumentare “la Campania passerà in zona arancione”.

«Senza nuove misure restrittive inevitabile nuovo lockdown». Lo ha detto il governatore della Campania Vincenzo De Luca nella tradizionale diretta Facebook del venerdì: «Avremo un fine settimana che potrà rappresentare e che per me rappresenterà un punto di riesplosione del contagio. Se il governo non prenderà misure di contenimento noi tra 15-20 giorni assisteremo a una esplosione di contagio».

La Campania resta zona gialla

La Campania resta zona gialla Covid secondo la classificazione del Dpcm che divide le classi di rischio in tre colori con progressive restrizioni, gialla, arancione e rossa. Lo si evince dal monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute: le sette Regioni che hanno un Rt puntuale maggiore di 1 anche nel limite inferiore compatibile con uno scenario di tipo 2, in aumento rispetto alla settimana precedente sono Umbria, Toscana, Puglia, le Province autonome di Trento e Bolzano, la Liguria, e l’Abruzzo. La Campania ha un Rt ovvero un indice di contagiosità medio, dello 0,8 con un rischio classificato come «moderato».

 

Governo: De Luca, ad oggi nessuna parola su Mezzogiorno

Ribadisce più volte che “dobbiamo avere molta prudenza” sul prossimo Governo ma un aspetto, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, in diretta Fb lo chiama in causa: “Non ho ascoltato nessuna parola sul Mezzogiorno”.
“In relazione agli investimenti, al recovery plan tutte cose che dovemmo verificare – spiega – poi saremo in grado di fare una valutazione”.

Pubblicità