Caos nel carcere campano, detenuti bruciano i materassi: agente finisce in ospedale. Ieri sera un agente della Polizia Penitenziaria è rimasto intossicato a causa delle esalazioni di fumo. In particolare, durante il suo servizio di guardia nel carcere di Bellizzi Irpino, due detenuti in isolamento avrebbero incendiato i loro materassi. Subito è scattato l’allarme e nel tentativo di spegnere l’inizio di incendio ed evitare conseguenze fisiche ai prigionieri.  Uno degli agenti si è sentito male. Dopo la chiamata agli operatori del 118, la vittima trasportato al Moscati di Avellino

FIAMME NEL CARCERE CAMPANO, AGENTE INSPIRA MATERIALE TOSSICO

Notizia riferita da Franco Volino, segretario Uil Pa Polizia Penitenziaria di Avellino: “Ho voluto sincerarmi delle condizioni di salute del poliziotto coinvolto, che è stato costretto al ricovero al pronto soccorso. A lui va tutta la solidarietà mia e dell’organizzazione sindacale che rappresento”.

Il fumo, secondo quanto si apprende dalla nota del sindacato, sprigionato dall’incendio dei rispettivi materassi da parte di due detenuti nel reparto isolamento per motivi ignoti. Il malcapitato agente ha riportato una “dispnea da inalazione di materiale tossico”.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook

Pubblicità