Estorsione in provincia di Napoli. I carabinieri della Stazione di Poggiomarino hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Provvedimento emesso su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, a carico di un 27enne. L’uomo è indagato per tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso. L’uomo, nell’estate del 2020, si era presentato presso un negozio di alimentari gestito da un cittadino di nazionalità bengalese. Infine ha minacciato il titolare di dovergli corrispondere, con cadenza mensile, delle somme di denaro in contante.

Minacce di morte in provincia di Napoli

Per convincerlo a cedere alle richieste estorsive, l’uomo si era presentato come referente
mafioso della zona. Infine aveva esplicitamente palesato minacce di morte nei confronti
dell’esercente. I carabinieri, acquisita la denuncia del cittadino extracomunitario,
individuavano altri due suoi connazionali, titolari di un market alimentare e di un negozio
di bigiotteria, destinatari, nella stessa giornata, di analoghe richieste estorsive. Infatti grazie alle testimonianze acquisite e all’individuazione certa dell’indagato, riconosciuto dalle
vittime anche per la presenza di alcuni tatuaggi distintivi, i militari ricostruivano l’intera
vicenda.
Dunque l’arrestato, cui viene contestata anche l’aggravante del metodo mafioso, stante le
modalità utilizzate nel commettere il reato, è stato tradotto presso la casa circondariale
di Napoli Secondigliano.

Seguici Sui Nostri Canali Social

Rimani Aggiornato Sulle Notizie Di Oggi

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.