Condannato all’ergastolo per l’omicidio nella faida di camorra, il killer si pente

Pasquale Rapicano è stato il killer che ha ucciso un su ordine del clan D’Alessandro, adesso ha deciso di collaborare. Come anticipato da StabiaChannel sarebbe pronto a confessare i segreti del clan di Castellammare, città nella quale girava armato.

 

Il 39enne è stato arrestato la scorsa settimana nel centro della città, era libero nonostante l’ergastolo inflitto dalla Corte d’Appello. Rapicano è ritenuto l’autore dell’omicidio di Pietro Scelzo, proprio il killer potrebbe far luce sui i diversi omicidi compiuti nella guerra di camorra. E’ il terzo collaboratore di giustizia proveniente dal clan D’Alessandro dopo Salvatore Belviso e Renato Cavaliere. Rapicano uccise Scelzo ‘o Nasone’ nel novembre del 2006 nella faida stabiese.