Coronavirus, 333 casi in Italia. Lombardia ancora in difficoltà: 216 contagiati e 36 morti

Nord Italia nella morsa del Coronavirus
Nord Italia nella morsa del Coronavirus

Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul nostro territorio, a oggi, 18 giugno, il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 238.159, con un incremento rispetto a ieri di 333 nuovi casi. A comunicarlo è la Protezione Civile nel consueto bollettino quotidiano. Il numero totale di attualmente positivi è di 23.101, con una decrescita di 824 assistiti rispetto a ieri.

Tra gli attualmente positivi, 168 sono in cura presso le terapie intensive, con un incremento di 5 pazienti rispetto a ieri. Sono 2.867, invece, le persone ricoverate con sintomi, con un decremento di 246 pazienti rispetto a ieri. Sul totale, 20.066 persone, pari all’87% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi.

Rispetto a ieri i deceduti sono 66 e portano il totale a 34.514. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 180.544, con un incremento di 1.089 persone rispetto a ieri.

Coronavirus: in Campania ‘solo’ 242 positivi

Un nuovo contagio e nessun decesso oggi in Campania. L’unità di crisi della Regione Campania comunica che nella giornata di oggi sono stati esaminati 1.448 tamponi, di cui soltanto uno risultato positivo al coronavirus. Il totale dei positivi in Campania dall’inizio dell’emergenza sale a 4.615, mentre il numero dei decessi resta 431. Sono 3.942 i guariti (17 in più rispetto a ieri), di cui 3.935 totalmente guariti e 7 clinicamente guariti.

Il coronavirus in Lombardia

Sono 36 le persone morte nelle ultime 24 ore per Coronavirus in Lombardia dove, dall’inizio della pandemia, si sono registrate 16.516 vittime. Sono stati fatti 11.475 tamponi e sono stati scoperti 216 nuovi casi positivi, di cui 54 dopo il test sierologico, con una percentuale dell’1,9%. Fra i casi positivi, spiega l’assessore Gallera, “11 riguardano gli ospiti nelle RSA e 5 gli operatori sanitari“. Le persone in terapia intensiva sono 60, una più di ieri, quelle non in intensiva 1.673 (-123).