Coronavirus, sono 3 i contagiati in Lombardia: una è la moglie del 38enne ricoverato a Codogno

coronavirus
Immagine di repertorio | coronavirus

E’ in prognosi riservata, con insufficienza respiratoria, il trentottenne ricoverato all’ospedale di Codogno (Lodi), che è risultato positivo al coronavirus. Le sue condizioni sono ritenute molto gravi. I primi controlli incrociati hanno permesso di appurare che, oltre al 38enne risultato positivo al test, anche la moglie ed un amico dell’uomo avrebbero contratto il virus.
La donna è stata trasportata d’urgenza all’ospedale Sacco di Milano. Intanto peggiorano le condizioni dell’uomo che si trova nel reparto di Terapia Intensiva dell’ospedale di Codogno: l’uomo è seguito attentamente dai medici che stanno monitorando le sue condizioni.

“Sono in corso le controanalisi a cura dell’Istituto Superiore di Sanità”, ha detto l’assessore al Welfare della Regione Giulio Gallera aggiungendo che l’italiano “è ricoverato in terapia intensiva all’ospedale di Codogno i cui accessi al Pronto Soccorso e le cui attività programmate, a livello cautelativo, sono attualmente interrotti”.

L’uomo si è presentato giovedì al pronto soccorso dell’ospedale di Codogno, nel Lodigiano. Al momento le autorità sanitarie stanno ricostruendo i suoi spostamenti.

“Le persone che sono state a contatto con il paziente – ha aggiunto l’assessore – sono in fase di individuazione e sottoposte a controlli specifici e alle misure necessarie”. Una conferenza stampa è prevista per la mattina di venerdì 21 febbraio, ad un orario che sarà comunicato in seguito.