Coronavirus. La Campania recluta medici e infermieri, in arrivo il “super laboratorio” al Cotugno

“Abbiamo reclutato 104 dirigenti medici, 160 specializzandi, 419 infermieri e 188 operatori socio sanitari. Un grande sforzo per rafforzare la nostra capacità di fronteggiare il coronavirus”. Lo afferma all’ANSA Enrico Coscioni, consigliere del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca spiegando le nuove assunzioni della Regione in sanità. Le assunzioni sono state effettuate con lo scorrimento delle graduatorie e prevedono contratti a tempo determinato e contratti a tempo indeterminato. Coscioni ha spiegato anche che i sanitari in arrivo dalla Germania saranno tutti diretti all’ASL Napoli 3 Sud: “Si tratta al momento – dice – di due anestesisti e due infermieri specializzati che andranno all’ASL Napoli 3 Sud, arriveranno in un paio di giorni”.

Inoltre, il laboratorio dell’Ospedale Cotugno di Napoli è in attesa di un nuovo macchinario che consentirà di aumentare il numero di tamponi esaminati quotidianamente.
L’obiettivo è potenziare il laboratorio per analizzare più tamponi di quanto non si faccia oggi così da ‘alleggerire’ anche il lavoro degli altri laboratori impegnati nell’esame dei test per accertare i casi positivi al coronavirus.
Oltre a quello che dovrebbe essere il superlaboratorio del Cotugno, gli esami dei tamponi vengono effettuati al Ruggi di Salerno, al San Paolo di Napoli, nel laboratorio del Policlinico della Federico II di Napoli, nell’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta, al Moscati di Avellino.(