Covid. Festa di compleanno con ragazzo positivo, si teme ‘focolaio’ nel Casertano

Covid, festa si trasforma in 'focolaio'

Una festa di compleanno organizzata in una abitazione privata, con la partecipazione di una trentina di ragazzi tra cui uno risultato poi positivo al Covid, ha fatto scattare l’allerta «focolaio» a Teano, comune del Casertano in cui da inizio gennaio si stanno registrando numeri alti sul fronte dei contagi, in controtendenza rispetto alla maggioranza dei comuni della provincia. Il sindaco Dino D’Andrea ha annunciato su facebook che «la vicenda della presunta festa è oggetto di indagine da parte della polizia municipale» e che «gli eventuali colpevoli di questo gesto insano ed irresponsabile saranno oggetto di sanzioni»; ha quindi invitato tutti i partecipanti alla festa, che si sarebbe tenuta nella frazione «Casi», ad effettuare il tampone rapido presso il drive-in allestito alla collina di Sant’Antonio, gestito dai Bersaglieri della Brigata Garibaldi.

«Le eventuali persone positive al tampone rapido – spiega D’Andrea – saranno poi sottoposte a tampone molecolare sempre presso il drive-in della collina di S.Antonio. Si invitano le persone coinvolte a evitare spostamenti fuori dalle proprie abitazioni fino all’esito degli esami». Attualmente a Teano sono 115 le persone positive, 48 in più, al netto dei guariti, rispetto al primo gennaio (i positivi erano 73).

Nella giornata di mercoledì, nel Casertano, si sono registrati 139 contagi contro i 72 del giorno precedente. Un aumento quasi del 100 percento dei nuovi contagi tra la città e la provincia.