Covid, è ufficiale: la Campania resta in zona gialla ma a Napoli la pandemia è in aumento

Campania zona gialla rafforzata
Campania zona gialla rafforzata

La Campania resta regione ‘gialla’ con Sardegna, Basilicata, Toscana, Provincia Autonoma di Trento, Molise. Lo prevede la nuova ordinanza che il ministro Speranza firmerà nelle prossime ore e che andrà in vigore a partire da domenica 17 gennaio.

Ma intanto il contagio Covid aumenta del 18% a Napoli dopo le festivita’ natalizie. È la fotografia che emerge dal report curato dall’Osservatorio epidemiologico, coordinato dall’equipe di Giuseppe Signoriello, docente dell’universita’ Vanvitelli, e dall’assessore alla Salute del Comune, Francesca Menna. Il report evidenzia che nelle ultime due settimane sono stati notificati 2.588 casi, + 18% rispetto alle due settimane precedenti, quando i nuovi casi erano stati 2.202. Il tasso di mortalità risulta essere quasi il doppio rispetto a quello della Campania (82.6 casi per 100mila abitanti contro 47.2).

Conte firma il nuovo Dpcm. 

Oggi è arrivata anche la firma di Giuseppe Conte. Il presidente del Consiglio ha approvato il documento che stabilisce le nuove restrizioni anti Coronavirus in vigore da domani 16 gennaio. Oggi la Cabina di regia analizzerà i dati del monitoraggio settimanale, stabilendo chi da domenica 17 dovrà cambiare colore. La previsione è quella di avere la maggior parte delle Regioni in zona arancione, con Lombardia e Sicilia che, a partire da domenica 17 gennaio, potrebbero inaugurare la prima zona rossa del 2021.

Il nuovo Dpcm, invece, sarà valido a partire da domani, 16 gennaio, e non prevede passi indietro sulle misure già in vigore. Resta confermato il coprifuoco dalle 22 alle 5, e resta la didattica a distanza al 50% per le superiori. Alcune misure verranno inasprite, come quelle sugli spostamenti tra regioni, come già stabilito dal decreto sul Covid approvato mercoledì 13 gennaio. «La situazione non può essere sottovalutata», ha detto ieri il ministro della Salute Roberto Speranza. «Lavoriamo insieme tempestivamente ad anticipare le restrizioni per evitare una nuova, forte ondata».

Vaccini: 6000 Moderna per la Campania dal 25 gennaio

La prima consegna di vaccini Moderna contro il covid19 per la Campania è attesa tra il 25 e il 27 gennaio. Sarà una spedizione da 6000 vaccini per cominciare, lo si apprende dall’Unità di Crisi della Campania.    Il vaccino Moderna è particolarmente atteso anche in vista della campagna di massa, poiché non necessità di temperature di conservazione particolarmente basse come quello di Pfizer e quindi potrebbe essere distribuito in maniera capillare coinvolgendo anche i medici di base nella vaccinazione delle persone anziane.
Intanto la Campania prosegue la campagna vaccinale con le dosi Pfizer di cui a inizio settimana prossima arriverà una nuova fornitura da circa 36.000 dosi che servirà a completare la vaccinazione per l’area sanitaria e per l’avvio dei richiami. La Campania sta eseguendo, dall’ultima spedizione di vaccini ricevuta, l’accantonamento del 30% delle dosi per avere la copertura per la seconda dose che va inoculata 21 giorni dopo la prima