De Luca parla dei colori della Campania
De Luca parla dei colori della Campania

Effetto primo maggio, diminuiscono i nuovi positivi ma aumenta sensibilmente la curva dei contagi da Coronavirus in Campania. Oggi il virus fa registrare 959 positivi su 8.658 tamponi molecolari esaminati, 393 in meno di ieri con 5.429 tamponi processati in meno. In percentuale, significa che è positivo l’11,07% dei test, un punto percentuale e mezzo in più di ieri quando l’indice di contagio era al 9,60%. Di tutti questi nuovi contagiati, 612 sono asintomatici e 347 presentano sintomi in un bollettino che però non tiene conto dei casi identificati con test antigenici rapidi.

​Complessivamente, sale a 6.446 il numero di vittime con i 30 decessi registrati ieri, anche se l’unità di crisi si affretta a precisare che «si tratta di deceduti in precedenza». In crescita anche i numeri dei ricoveri ospedalieri: 1.483 ricoverati con sintomi, 26 in più di ieri, e 139 malati in terapia intensiva, quattro in meno di ieri. Per fortuna cresce anche il numero di pazienti guariti, da 297.441 a 299.192 con 1.751 negativizzati in 24 ore con il saldo tra numero di guariti e nuovi contagiati positivo per il secondo giorno di fila.

Vaccini:Asl Napoli 1, rispettare orari e luoghi convocazione

“Sta entrando a pieno regime il lavoro dell’hub vaccinale interaziendale realizzato nell’hangar Atitech, ora la differenza la potrà fare la collaborazione dei cittadini nel rispetto delle fasce orarie di convocazione e del luogo”. E’ quanto si legge in una nota dell’Asl Napoli 1 Centro.

“Siamo ormai in una fase di vaccinazione massiva – spiega il direttore generale Ciro Verdoliva – la sola Asl Napoli 1 Centro procede ad un ritmo di 12mila vaccinazioni al giorno e l’hub interaziendale sta passando dalle 2 mila vaccinazioni al giorno alle 8mila, facendo crescere ancor più questi numeri. Siamo fiduciosi che questi numeri cresceranno ancora, portando Napoli e la Campania verso gli obiettivi fissati dal presidente Vincenzo De Luca e per farlo siamo certi che potremo contare sulla collaborazione di tutti i nostri utenti”.

Il rispetto delle fasce orarie e del luogo di convocazione, sottolinea l’Asl, “è determinante per fare in modo che la grande macchina organizzativa messa in campo possa viaggiare al massimo della velocità”. L’appello dell’Asl Napoli 1 Centro arriva oggi “in considerazione delle code che si sono create in prossimità del nuovo hub di Capodichino proprio a causa delle richieste di essere vaccinati al di là degli orari prefissati e in hub diversi da quelli di convocazione”. 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.