De Luca zittisce la stampa del Nord: “Hanno dovuto dire i giornali americani che il Cotugno è un’eccellenza mondiale”

«In Campania al momento abbiamo 222 casi positivi di coronavirus, di cui 14 ricoverati in terapia intensiva. Ieri abbiamo avuto 42 tamponi positivi, e quindi siamo passati da 180 a 222». Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, facendo il punto sulla diffusione in Regione del Covid19. De Luca in diretta social ha mostrato uno grafico che prevede un picco di contagi a metà aprile e un crollo a inizio maggio.

Qualche giorno fa Sky News UK ha realizzato un servizio in lingua inglese sull’ospedale Cotugno di Napoli.
In tanti l’avrete visto o sicuramente ne avrete sentito parlare. Ve lo riproponiamo sottotitolato in lingua italiana.
Ringraziamo la troupe di Sky per il reportage e, ovviamente, tutte le persone che quotidianamente combattono la guerra contro l’epidemia con straordinario impegno, coraggio e professionalità. “Abbiamo dovuto sapere dai giornali americani che abbiamo a Napoli l’eccellenza mondiale degli ospedali alla lotta al Covid, è l’ospedale Cotugno di Napoli. Non ce lo dimentichiamo, soprattutto chi critica. Abbiamo uno dei pochi farmaci, quello del Pascale, che hanno prodotto a risolvere casi di effetti di Covid”.  

Abbiamo un ritardo, molti arretrati, che falsano la previsione dell’algoritmo. Forse dovremmo rifarli. Il kit rapido lo facciamo per avere prime indicazioni per il personale medico, nelle zone in quarantena, ma va fatto in ospedale e seguito con il tampone per avere certezza. Diffidate da personaggi che stanno girando per le case proponendo kit rapido. Sono falsi, vanno fatti in ospedale i tamponi. Fare il tampone a 6 milioni di campani è impossibile. Non ci sono tra l’altro, sono forniture che non ci arrivano. Soprattutto i reagenti. Facciamo pressione sulle case farmaceutiche. Vanno fatti ai sintomatici lievi o gravi, perchè non abbiamo tamponi e personale. In nessuna parte del mondo sono stati fatti a tutti. 

Lo Stato doveva garantire il flusso di forniture adeguato nei territori. Sono saltati tutti quelli da Consip. Oggi si fa la guerra per avere mascherine e i dispositivi sanitari e per i ventilatori polmonari. I dibattiti su poteri Regioni e Governo sono lunari. Abbiamo chiesto delle cose, ma niente. Per le mascherine ce la siamo visti da soli e stiamo bene. Voglio ringraziare il dott. Romeo per la donazione fatta alla Regione di ventilatori polmonari. 

No ad assembramenti religiosi per la Pasqua. Serve massimo rispetto per le ordinanze fatte. Vanno evitati nuovi focolai. Rinrazio Sepe che farà dal Duomo le cerimonie pasquali senza fedeli. Elogi anche a Papa Francesco. Priorità vita e salute dei più deboli soprattutto