De Magistris, tra provocazione e sorpresa: “Consegno la fascia tricolore al prefetto”

Luigi De Magistris

“Oggi ci mettiamo la fascia ma la tentazione che ho è di consegnarla al prefetto”. dichiarazioni a sorpresa del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. Le frasi rilasciate al margine della cerimonia dell’alzabandiera in Piazza Plebiscito per i festeggiamenti della Festa della Repubblica. “Non posso che essere d’accordo con il messaggio del Presidente della Repubblica Mattarella – ha aggiunto – perché in questo momento serve unità fondata sull’armonia, sulla coesione senza rancori e discriminazioni. Ma tutti i sindaci uniti hanno detto al Governo e al presidente del Consiglio che senza mettere al centro il popolo e quindi i sindaci che sono i rappresentanti territoriali, il Paese non riparte. Si rischia di andare nel caos e nel conflitto”.

Appello di De Magistris

“I sindaci – ha detto Luigi de Magistris – sono gli unici che possono fare un lavoro di mediazione sociale forte per evitare che l’esasperazione diventi rabbia, conflitto, questione di ordine pubblico e questione criminale”.
De Magistris ha concluso affermando: “Non abbiamo molto tempo.
    Il Governo deve accelerare”.

2 giugno, Mattarella: ‘Crisi esige unità, responsabilità, coesione’

Cerimonia all’altare della Patria, ma senza la tradizionale parata, per le massime cariche dello Stato in occasione della Festa della Repubblica. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il premier Giuseppe Conte, i presidenti di Camera e Senato Roberto Fico e Maria Elisabetta Casellati si sono recati all’Altare della Patria. Si è reso omaggio alla festa del 2 giugno. Presente anche la presidente della Corte Costituzionale Marta Cartabia. A causa dell’emergenza Covid è stata una cerimonia con pochi presenti quella di quest’anno. Decine di curiosi sono rimasti ad assistere al passaggio delle Frecce Tricolori all’inizio di piazza Venezia, all’incrocio con via del Corso, salutando Mattarella al passaggio del corteo di auto presidenziali.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook