4.6 C
Napoli
martedì, Gennaio 25, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Dolore alla pancia, poi il decesso: muore detenuto campano Aniello Bruno


Ha accusato forti dolori addominali, era anche stato ricoverato qualche giorno per alcuni accertamenti presso la sezione detentiva dell’azienda ospedaliera San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona ma era stato dimesso. Aniello Bruno, in carcere per associazione a delinquere finalizzata alle estorsioni, venerdì pomeriggio non era neanche riuscito a concludere il tempo a sua disposizione per il colloquio con la moglie: la aveva salutata anzi tempo dicendole di non sentirsi bene e si era ritirato in cella. È stata l’ultima volta che la donna ha visto il marito vivo. Aniello è difatti morto nella nottata tra sabato e domenica durante un intervento chirurgico per cercare di tamponare la perforazione che aveva all’intestino. Ora la famiglia vuole vederci chiaro.
La salma è stata sequestrata. L’autopsia aiuterà a capire a quanto risale la perforazione e, soprattutto, se l’uomo – con un’assistenza più rapida e precisa – poteva essere salvato. Sotto sequestro anche le cartelle cliniche del suo ricovero in ospedale che verranno attentamente studiate dai periti incaricati dalla procura di accertare l’evolversi della malattia.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Tragedia in Coppa d’Africa, ressa fuori allo stadio: 8 morti e 38 feriti

Ressa per entrare allo stadio in Coppa d'Africa poco prima della partita tra i padroni di casa del Camerun...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria