9.9 C
Napoli
giovedì, Gennaio 20, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

‘Donna Anna’ l’ultima capopiazza dei Lo Russo, contatti con i Secondiglianesi


Mancava lei all’appello dell’operazione contro il clan camorristico dei Lo Russo che il 20 novembre scorso portò a più di 40 arresti. Anna Aceto, una 65enne napoletana ritenuta affiliata al clan col ruolo di “capo piazza” del rione San Gennaro di Napoli, era latitante da cinque mesi, si spostava di nascondiglio in nascondiglio. Fino all’alba del 14 marzo quando i carabinieri del nucleo operativo della compagnia Napoli-Vomero, con la collaborazione di colleghi del reggimento Campania e della compagnia di Mondragone, l’hanno arrestata in un appartamento di Castel Volturno, sul litorale casertano. Su un letto le valigie chiuse, segno che stava per spostarsi di nuovo. Dovrà rispondere di associazione finalizzata al traffico e allo spaccio di droga aggravata da finalità mafiose. E’ stata condotta nel carcere di Santa Maria Capua Vetere. L’uomo che era con lei è stato arrestato per favoreggiamento e assegnato al regime dei domiciliari. Anna Aceto è sorella di Salvatore Aceto, legato all’Alleanza di Secondigliano, in contatto in passato con Erminia “Celeste”Giuliano,

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Minacce No Vax ai Capi di Stato su Telegram, ad amministrare il gruppo era un napoletano

La Polizia Postale e delle Comunicazioni, su delega del Procuratore della Repubblica, nell’ambito del monitoraggio informativo della rete Internet...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria