Dramma sul posto di lavoro, morti gli operai napoletani Palumbo e Borriello

Foto di repertorio

Stamattina il 55enne Salvatore Palumbo e il 47enne Salvatore Borriello sono morti all’interno di un cantiere a Pieve Emanuele in provincia di Milano. Secondo la Repubblica i due sono stati schiacciati dal crollo di una parete. I lavoratori napoletani, della ditta Cefi srl di Casoria, erano impegnati nella realizzazione di paratie divisorie tra i binari ferroviari e i vicini terreni agricoli.
Secondo quanto accertato finora il crollo sarebbe stato causato da una manovra sbagliata con una gru. La lastra li ha travolti. Uno dei due è morto sul colpo, l’altro è stato soccorso e portato in ospedale ma non c’è stato nulla da fare. Sul caso indaga la Procura di Napoli.