31.2 C
Napoli
mercoledì, Luglio 6, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Fabiana ed Erica hanno provato ad impedire l’omicidio di Agostino: “Vattene a casa”


Fabiana ed Erica hanno tentato di evitare l’omicidio di Agostino Di Fiore, tentando di distogliere dalla furia Francesco Esposito e il suo complice 17enne. Una conoscente del 20enne prova a togliergli il telefono, con il quale è stata pianificata l’azione criminale, e chiede disperatamente: “Sono Fabiana, Vincenzo è qui vicino a me, lascia stare, lascia perdere, ti prego non venire, resta a casa”. Il minorenne decide di raggiunge Francesco a bordo di un taxi quando riceve una chiamata da Erica: “Lascia perdere, vattene”.

LE INTERCETTAZIONI PRIMA DELL’OMICIDIO

Emergono maggiori dettagli sui tragici momenti che hanno proceduto la morte di Agostino Di Fiore, ucciso fuori ad una discoteca di Coroglio. Al momento sono stati arrestati Francesco Esposito e un 17enne ritenuto vicino clan Elia.

Il Mattino ha pubblicato alcune intercettazioni registrate prima dell’aggressione: “Sono di Secondigliano, in venti mi hanno dato addosso, vieni qui a darmi una mano, stanno ancora dentro al locale – questo l’appello lanciato dal 20enne al suo giovanissimo complice – Sto fuori là ho litigato, vieni, capisci a me…”. Il minorenne prende un taxi e giunge fuori a locale Coroglio, da quel momento la violenza omicida si scatena: spari in aria e alle gambe, fino al colpo di grazia che ha ucciso Antonio.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Ritiro del Napoli a Castel di Sangro pagato dalla Regione, indagine della Corte dei Conti

Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis è finto sotto la lente di ingrandimento della Procura regionale contabile aquilana...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria