Febbre alta poi la morte in ospedale a Salerno, 3 indagati per il decesso di Francesca

E’ morta a 12 anni in ospedale dopo una febbre alta. La Procura di Salerno ha aperto una inchiesta per chiarire le cause del decesso della giovane salernitana. Tre gli iscritti sul registro degli indagati: si tratta di due medici ed un infermiere dell’ospedale “Ruggi d’Aragona”. Ieri è stata eseguita l’autopsia che non ha sciolto, però, nessun dubbio. L’esame autoptico è stato effettuato dal medico legale, incaricato dalla Procura della Repubblica di Salerno, Giuseppe Consalvo.

La 12enne era giunta in ospedale, in condizioni già critiche, lo scorso 14 agosto. Da qualche giorno soffriva di febbre alta, poi il malore improvviso e la corsa in ospedale alla vigilia di ferragosto.
Le condizioni della piccola sono peggiorate dopo il ricovero. La 12enne, infatti, è morta poco dopo. Ora si attende la relazione del medico legale per chiarire, eventualmente, le cause del decesso.

Quaranta giorni. È questo il termine indicato dal medico legale Giuseppe Consalvo per consegnare al pubblico ministero Claudia D’Alitto le risultanze degli esami isto-patologici effettuati sulla salma di Francesca Raiola, la dodicenne di Matierno deceduta nella notte tra il 14 ed il 15 agosto nel reparto di pediatria dell’azienda ospedaliera universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona. L’esame autoptico si è svolto lunedì pomeriggio alla presenza dei consulenti delle parti nominati sia dalla famiglia della ragazzina che dai medici dell’ospedale sarebbero quattro che risultano formalmente indagati.