7.3 C
Napoli
lunedì, Gennaio 24, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Finché vaccino non ci separi, boom di separazioni tra marito e moglie vax e no vax


Gli avvocati sono sempre più in crisi con l’aumento delle separazioni, gli effetti sociali del virus stanno minando alla serenità dei matrimoni e delle famiglie.

Nel casertano gli avvocati sono sempre più sottoposti a richieste di separazioni, ma purtroppo ad essere colpiti sono anche, e soprattutto, i figli. In particolare nel momento della decisione sul farli vaccinare o meno. A parlare della questione e ad esplicitare il problema, è l’avvocato matrimonialista Carmen Posillipo, al momento piena di richieste di separazioni. E la motivazione alla base delle discussioni, anche post separazione, sembra essere principalmente quella della vaccinazione dei figli.

I papà no-vax

Secondo i dati riportati a seguito delle case, quelli ad essere maggiormente contrari alla vaccinazione sono stati soprattutto gli uomini. L’avvocato Posillipo, ha esposto il problema, ma in realtà questa problematica è stata riscontrata da parecchi suoi colleghi. Lei stessa infatti racconta: “Non solo la sola ed essere finita in questo vorticoso giro d’istanze” e continua poi spiegando che “anche molti altri colleghi so trovano nella mia stessa situazione“.

Le richieste post separazione

Normalmente dopo una separazione gli avvocati rimangono i mediatori tra le parti, soprattutto nel caso di divergenze di pensiero o di poca simpatia tra gli ex coniugi. Le divergenze sono spesso su questioni monetarie e, soprattutto, sulle problematiche e in generale scelte che riguardano la prole. Oggi, spiega l’avvocato all’Ansa, le problematiche maggiori continuano a riguardare le scelte sui figli, ma le tematiche sono cambiate. La problematica principale resta quella della vaccinazione. “Un tempo si litigava per le vacanze, per la celebrazione dei sacramenti, per la scelta dello sport. In tempo di covid si litiga per il vaccino“, spiega l’avvocato Posillipo.

L’avvocato parla anche delle richieste specifiche più comuni: “Avvocato può chiedere al mio coniuge il consenso per il vaccino a mio figlio?” e ancora “Avvocato può rispondere al mio coniuge che io per il momento il vaccino ai miei figli non voglio farlo?“. “Queste sono le richieste che sono costretta a fronteggiare da inizio anno“. Le richieste e le controversie sono cambiate, e hanno affollato le scrivanie degli avvocati, del casertano in particolare. “La richiesta per l’assegno unico e quella per il consenso al vaccino quest’anno vanno a braccetto“. L’avvocato Posillipo è colpito dalla situazione e dichiara che il virus ci sta dividendo “anche per queste ragioni“.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Meteo a Napoli, il freddo aumenterà ancora: le previsioni per i prossimi giorni

Meteo a Napoli, le previsioni. Quella di oggi è una giornata in prevalenza soleggiata, ma da stamattina non mancano...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria