Roberta e Ciro sposi con guanti e mascherina, genitori bloccati in casa a Napoli dal Covid

(ANSA) – FOGGIA, 23 APR – Scambio di fedi con mascherine e guanti: sono le nozze ai tempi del Covid, celebrate a Foggia nella sala matrimoni del Comune. I due sposi – Ciro Auriemma di 28 anni e Roberta Antenozio di 30 – sono entrambi militari dell’Aeronautica.

Oggi sposi, a settembre i festeggiamenti

Dopo due anni di amicizia e uno di fidanzamento, hanno coronato il loro sogno d’amore oggi. I festeggiamenti sono rimandati a settembre quando, pandemia permettendo, celebreranno anche il matrimonio religioso.

Ad attendere oggi la giovane coppia, c’era comunque un piatto di cannelloni preparati da Sabrina, mamma della sposa.

Restrizioni Covid, alla cerimonia solo testimoni e genitori della sposa

Per le restrizioni imposte dall’emergenza Covid, hanno potuto assistere alla funzione civile solo i due testimoni, mamma e papà della sposa: Sabrina e Antonio. Erano collegati in videochiamata da Napoli i genitori di Ciro: Gennaro e Nunzia.

Sposi ai tempi del Coronavirus, il bacio con la mascherina

“Ti ho amato dal primo giorno e ho subito capito che eri tu la donna della mia vita”, ha detto Ciro mettendo al dito di Roberta la fede. Poi il sì e il rituale bacio degli sposi, mascherina permettendo.

(ANSA) – FOGGIA, 23 APR – Scambio di fedi con mascherine e guanti: sono le nozze ai tempi del Covid, celebrate a Foggia nella sala matrimoni del Comune. I due sposi – Ciro Auriemma di 28 anni e Roberta Antenozio di 30 – sono entrambi militari dell’Aeronautica.

Oggi sposi, a settembre i festeggiamenti

Dopo due anni di amicizia e uno di fidanzamento, hanno coronato il loro sogno d’amore oggi. I festeggiamenti sono rimandati a settembre quando, pandemia permettendo, celebreranno anche il matrimonio religioso.

Ad attendere oggi la giovane coppia, c’era comunque un piatto di cannelloni preparati da Sabrina, mamma della sposa.

Restrizioni Covid, alla cerimonia solo testimoni e genitori della sposa

Per le restrizioni imposte dall’emergenza Covid, hanno potuto assistere alla funzione civile solo i due testimoni, mamma e papà della sposa: Sabrina e Antonio. Erano collegati in videochiamata da Napoli i genitori di Ciro: Gennaro e Nunzia.

Sposi ai tempi del Coronavirus, il bacio con la mascherina

“Ti ho amato dal primo giorno e ho subito capito che eri tu la donna della mia vita”, ha detto Ciro mettendo al dito di Roberta la fede. Poi il sì e il rituale bacio degli sposi, mascherina permettendo.