Blitz dei carabinieri a Marano, arrestato giovane vicino al clan dei Casalesi

Immagine di repertorio

A Marano i carabinieri hanno arrestato un 24enne ritenuto vicino ai Bidognetti.
Gianni Buonocore Junior, 24enne di Marano di napoli, soggetto ritenuto vicino al clan Bidognetti, è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Marano in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla procura di Napoli. Dovrà scontare 4 anni e 11 mesi di reclusione per rapina e tentata estorsione aggravata da metodo e finalità mafiose commesse in concorso a Parete nell’ottobre 2016.
Dopo le formalità è stato tradotto al centro penitenziario di Secondigliano.

Sono stati tutti condannati dal Gip del Tribunale di Napoli Francesca Ferri i quattro emissari del clan Bidognetti di Casal di Principe (Caserta) denunciati per tentata estorsione da un imprenditore edile di Parete, che per il suo rifiuto di pagare il pizzo ha subito anche un attentato dinamitardo; oggi, nel corso dell’udienza tenutasi con rito abbreviato, l’uomo, un trentenne, si è costituito parte civile insieme al Comune di Parete. Il giudice ha disposto pene severe, tenendo conto che si trattava di una tentata estorsione, sia pure aggravata dal metodo mafioso: sette anni di reclusione sono stati inflitti ad Ernesto De Felice, di Villaricca, a Luigi Cilindro, 47 anni e Domenico Gargiulo, 44 anni, entrambi di Parete; per loro il pm della Dda di Napoli Sandro D’Alessio aveva richiesto una pena di otto anni. Il più giovane tra gli imputati, il 23enne Gianni junior Buonocore, di Marano, è stato invece condannato a sei anni di carcere. I quattro non rispondevano dell’attentato subito dall’imprenditore.