Giugliano. Beneficiari del reddito di cittadinanza al lavoro per il Comune, c’è il progetto

Giugliano. Beneficiari del reddito di cittadinanza al lavoro per il Comune, c'è il progetto
Giugliano. Beneficiari del reddito di cittadinanza al lavoro per il Comune, c'è il progetto
Reddito di cittadinanza, beneficiari al lavoro per il Comune di Giugliano. Questa la decisione del sindaco Nicola Pirozzi dopo un confronto con il gruppo consiliare del Movimento Cinque Stelle e la senatrice Castellone: “Nella nostra città ci sono più di tremila percettori che potrebbero prestare servizio al Comune. Una legge dello stato lo prevede e possiamo diventare uno dei comuni virtuosi nell’applicarla, un modello nazionale, anche in virtù del laboratorio politico Pd/M5S”.

Tremila percettori del reddito di cittadinanza a Giugliano

Nell’ambito dei Patti per il lavoro e/o per l’inclusione sociale, i beneficiari Rdc sono tenuti a svolgere Progetti Utili alla collettività  nel comune di residenza per almeno 8 ore settimanali, aumentabili fino a 16.
Applicheremo la legge in modo che ogni percettore possa portare il suo contributo alla comunità secondo la propria formazione e le proprie competenze. Un contributo che non dovrà essere sentito semplicemente come un obbligo. Ma come occasione per essere parte attiva di questa grande squadra che è la collettività. Perché il concetto di “persona” viene prima di ogni cosa e sarà sempre messo al primo posto”.
I progetti in cantiere
 
Adesso ci metteremo immediatamente al lavoro per redigere i progetti. Dovranno essere individuati a partire dai bisogni e dalle esigenze della comunità, dall’ambito culturale a quello sociale, passando per ambiente, attività artistiche, formazione e tutela dei beni comuni.
È una grande occasione per ridare dignità a tante donne e uomini che ricevono Reddito di cittadinanza dallo Stato e che desiderano ricambiare.
Molti me lo hanno chiesto personalmente, raccontandomi le loro storie ed esternandomi il loro desiderio di sentirsi utili agli altri”.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.