Giugliano, Pozzuoli e Castellammare: le provenienze dei nuovi positivi Covid nel Napoletano

covid Coronavirus , il bollettino di oggi in Campania [Foto d'archivio] positivi
Coronavirus , il bollettino di oggi in Campania [Foto d'archivio]
In 24 ore 253 positivi su 7.579 tamponi, due decessi: questi i dati del bollettino di oggi dell’Unità di crisi regionale per la realizzazione di misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologia da Covid-19 in Campania. Il totale dei positivi è di 11.355 unità; quello dei tamponi è di 566.837. I guariti del giorno sono 150.

Le provenienze dei positivi a Napoli Centro

Sono 91 i nuovi positivi al Covid rintracciati dall’Asl Napoli 1 Centro, competente per il capoluogo. Di questi, 37 individuati grazie all’attività idell’Unita’ Assistenziale (21 su richiesta dei medici curanti). Per altri 27 sono in corso approfondimenti per comprendere l’origine del contagio, 3 riferibili ad operatori sanitari del Cardarelli e Villa dei Fiori, uno da attività di screening per-ospedalizzazione e altri due provenienti da Svizzera e Francia. Per quanto riguarda le ospedalizzazioni, al Covid Center dell’Ospedale del Mare sono 24 i ricoveri in degenza, 2 in terapia intensiva e uno in subintensiva. All’ospedale Covid del Loreto Mare sono attualmente 38 i ricoverati in degenza. In provincia di Napoli, casi, tra gli altri, a Giugliano (5 positivi), Pozzuoli, Castellammare di Stabia.
De Luca, forze ordine scomparse da obbligo controlli

 “Le forze dell’ordine sono scomparse nell’obbligo dei controlli. Io da oggi chiedo formalmente al ministero dell’Interno di sapere qual è il piano di intervento delle forze dell’ordine per garantire l’attuazione delle ordinanze nazionali e regionali”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, su Facebook ricordando la lettera scritta sul tema oggi al ministro Lamorgese. “Dalla prossima settimana – ha spiegato – voglio tutte le forze dell’ordine e le polizie municipali impegnate su questo tema, seriamente. Non mi si venga a dire che ci sono altre priorità. Lavorino con garbo, con rispetto ma anche con pugno di ferro se necessario per il controllo del territorio e per tutelare il 99% cittadini dall’1% di irresponsabili che rischiano di rovinare la vita ai nostri familiari”.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.